Chi siamo...

Gli obiettivi

Galleria eventi

SIFOOD è una associazione che aggrega imprese del comparto agroalimentare (produzione, trasformazione, conservazione, trasporto, commercializzazione, riutilizzo) interessate a condividere progetti di ricerca ed innovazione per la riduzione dello spreco alimentare. Promossa da Whirlpool nel 2012 annovera oggi 16 associati.

SIFOOD ha quale focus la sostenibilità della filiera alimentare, con una attenzione particolare alla fase del consumo domestico. Intende supportare in modo continuativo la nascita e gestione di progetti di innovazione tecnologica, in forma collaborativa. Mira a generare opportunità di networking interno ed esterno. Esplora le opportunità emergenti nel panorama locale, nazionale ed internazionale.

Lo spreco alimentare in cifre

Lo spreco complessivo nel mondo è pari a circa un terzo della produzione totale di cibo destinato al consumo umano. Il 2,47 % della produzione rimane sul campo, l’equivalente di 12.466.034 quintali di prodotto agricolo. La stima per gli sprechi alimentari originati dal canale distributivo si attesta su 270.776 tonnellate, generate dai diversi attori della distribuzione (i mercati all’ingrosso ovvero centro agroalimentari e mercati ortofrutticoli ed il sistema distributivo commerciale ovvero cash&carry, ipermercati, supermercati e piccolo dettaglio). Nei centri agroalimentari ogni anno una percentuale di

ortofrutta che varia dall’1 all’1,2% viene gestita come rifiuto. Soltanto in Italia lo spreco alimentare è pari a 1,19 milioni di tonnellate e vale 8,7 miliardi di euro, poco più di 7 euro per famiglia ogni settimana. Questi sprechi valgono in 3% del consumo energerico nazionale. Ogni anno in Italia una famiglia in media butta 49 chili di cibo. L’opinione pubblica italiana è sempre più sensibile al tema dello spreco alimentare, considerato da 88 italiani su 100 un problema di rilievo. Il 14% degli italiani dichiarano di buttare il cibo almeno una volta a settimana.